venerdì 3 giugno 2016

Traduzione e mercato internazionale: due aggiornamenti!

Salve!
Questo post racchiude due tematiche:

  1. Traduzione in atto di La donna col cappotto rosso e brevi cenni della mia attività traduttiva;
  2. le mie opere sul mercato internazionale.
Oltre a insegnare e scrivere, a me piace molto anche tradurre, e fortunatamente ho avuto una buona preparazione all'Orientale durante la magistrale. Sono infatti traduttrice su http://languagestranslators.it/, dal 2013 sono iscritta alla Camera di Commercio di Napoli come traduttrice (tedesco e inglese) e ho diverse traduzioni attive e passive alle spalle.
Come strumento di traduzione (CAT tool) uso Wordfast Anywhere (conosciuto per l'appunto all'università), insieme ai seguenti dizionari:
- Wordreference (per l'inglese);
- pons.eu e Duden (per il tedesco);
- dicios e Larousse (per il francese);
- Google Translate (se voglio un confronto veloce su una frase o una traduzione rapida di qualche frase non del tutto tradotta su Wordfast).

Sono eccitata all'idea di dedicarmi alla traduzione di una mia opera scritta a 16 anni circa e mi emoziono anche in lingua su alcuni passi drammatici.


  • Per quanto riguarda il secondo punto, mi rendo sempre più conto che, da dicembre 2014 a oggi, nonostante i vari impegni (TFA, concorso, insegnamento, altro) e la mia incapacità di "stronziare" la gente (non trovo termine più adatto, ahimè), ho dedicato tantissimo tempo (e ne ho anche sprecato per certi versi) alla creazione di un sito professionale Wix e alla diffusione della conoscenza del mio libro in Italia (specialmente sui gruppi FB, su Google+ e su altri social network, fra cui Twitter).
Ora, in vista di un contest per cui candiderò la suddetta storia breve in inglese, ed essendo quasi arrivata alla fine della scuola, sto lentamente riprendendo in mano la mia attività letteraria. Inoltre ho una cara zia inglese che vuole leggere le mie poesie, ma non conosce l'italiano. Infine, non mi sento del tutto soddisfatta dei risultati ottenuti finora, per quanto ve ne siano stati e più di quelli che mi aspettavo.
I motivi della mia insoddisfazione sono i seguenti e riguardano la mia esperienza personale e quella di altre persone, non verità assolute. Se:
- sei self;
- scegli un genere letterario non mainstream;
- non sei ruffian* verso "i grandi" (anche i gestori delle pagine FB);
- (purtroppo) non riesci a leggere e recensire i libri di tutti gli esordienti;

- qualche esordiente se ne può approfittare della tua disponibilità;

- last but not least, non hai né abbastanza tempo e soldi da dedicare al marketing né una piattaforma che ti aiuti in tal senso

difficilmente puoi raggiungere un pubblico esteso.



Alla luce di quanto scritto e ovviamente specificando che non ho pubblicato le mie poesie per soldi, ma soprattutto per ben altri motivi oltre a quello meramente economico, voglio puntare al mercato internazionale: la conoscenza delle lingue non mi manca di certo e su Blogger ho potuto inserire Google Translate; Wix pretende che noi proprietari del sito creiamo manualmente ventimila pagine per tutte le lingue in cui vorremmo tradurre il sito. Puoi ben intuire che fare ciò richiede tantissimo tempo e che avere numerose pagine su un sito ne comporta anche un rallentamento, e già di per sé Wix è lento!


Ebbene, concludo questo post con una critica a Wix e l'elogio a Blogger, e ritorno alla traduzione ché si sta facendo tardi!
Grazie sempre per l'appoggio e, anzi, se hai un parere su quanto letto e/o su altri post, sono ben lieta di leggerlo nei commenti!

Nessun commento: