Un addio al nubilato a misura della sposa. Grazie!

Mi spiace aver interrotto il gioco dei libri della mia vita e non essere presente sui social in generale e sul gruppo UPA - Un Pianeta Artistico in particolare, ma questi ultimi giorni prematrimoniali sono pieni di corse e vicende meravigliose, fra matrimonio di Ilenia e Angelo e due addii al nubilato, cioè quello suo alla SPA e il mio di ieri, al quale mancavano poche persone importanti che, però, ci saranno al matrimonio mio e di Mike.
E pensare che la mia idea iniziale era passare qualche ora alla SPA con la mia migliore amica a Roma per vivere questo "rito di passaggio", ma purtroppo mi è impossibile spostarmi di questi tempi, ho comunque una sorpresa in serbo per lei e sono rimasta davvero soddisfatta dell'addio al nubilato organizzato da mia sorella e dalle mie amiche Ilenia (venuta da Grottaminarda il giorno dopo il suo matrimonio), Laura (venuta in Circumvesuviana all'andata), Lalla, Laura prof, Raffa, Mary e Rosy (venute da diverse zone di Napoli).
Siamo state al locale al quale spesso io, Mike, Ile e Angelo (più Giusi e Nello) siamo andati dopo il corso prematrimoniale e, a parte il cameriere non totalmente accogliente, è andata alla grande soprattutto grazie al tocco creativo di Mary (bigliettini, torta, test) e all'allegra compagnia. Divertente nella semplicità e nella sobrietà, il mio addio al nubilato ha sposato a pieno le mie aspettative e il mio modo di essere: mi sono sentita a mio agio senza strafare, anche perché dovevo accompagnare la futura sposa Laura con la macchina di mamma, non mi sono mai ubriacata (né avrei iniziato ieri XD) e non sono abituata a stare sotto i riflettori, soprattutto per cose buone.
Eventi come questo sono importanti per me, perché fanno crescere sempre di più la consapevolezza di meritarmi tanto affetto, stima e tempo da parte delle persone cui dedico altrettanto tempo, stima e affetto e che sanno di poter contare sul mio appoggio per ridere, per condividere l'ansia e le aspettative verso un progetto o per star male per una disgrazia.
Qualche giorno fa Mike mi ha detto che col matrimonio si mette il punto a tante situazioni. Ebbene sì, mi prometto di farlo, anche perché la vita matrimoniale ci porterà, oltre alle libertà tanto agognate, delle grosse responsabilità. Dovremo riorganizzare i nostri tempi e di certo non potremo né dovremo né vorremo perderlo con chi ci dà le briciole o il cosiddetto tuosseco, ma, anzi, potremo, dovremo e vorremo dedicare le nostre giornate a chi ci sta accanto in carcere, in malattia e nella gioia.
Ma bando alle ciance. Ecco il link da cui poter vedere alcune foto di ieri: https://www.instagram.com/p/BkcHmuQFAir/.

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista a Maria Rosaria Ricci

Dal "Notre-sfighe de MIUR", "Dio, ma quanto è ingiusto il MIUR"

Intervista a Salvatore Amato